• Argomenti

  • Oggigiorno i padri vogliono assumersi le proprie responsabilità

    La mamma ai fornelli, il papà al lavoro? Un modello che ormai non rispecchia più la realtà delle famiglie moderne. Nella maggior parte dei casi, entrambi i genitori lavorano. E anche laddove è la madre a svolgere il lavoro domestico non retribuito, anche il padre desidera condividere la responsabilità della famiglia – incluso il periodo successivo alla nascita di un figlio, proprio quando la nuova vita di famiglia prende forma.

    Una società è forte tanto quanto le sue famiglie – la crisi legata al coronavirus lo ha dimostrato

    La crisi legata al coronavirus ha chiaramente dimostrato che strutture familiari solide sono cruciali dinanzi alle grandi sfide sociali. Famiglie funzionanti sono la colonna portante di una comunità stabile. Il congedo di paternità contribuisce allo sviluppo equilibrato della famiglia ed è quindi un investimento in una società altamente resiliente.

    Il congedo di paternità giova alle PMI

    Un congedo di paternità disciplinato dalla legge offre alle PMI le stesse opportunità delle grandi imprese che già oggi possono permettersi un congedo per i neo papà. I costi del congedo di paternità verrebbero ripartiti fra tutti i dipendenti e i datori di lavoro, rendendolo vantaggioso e offrendo alle PMI più sicurezza nella pianificazione. Inoltre, il congedo di paternità accresce l’attrattiva delle PMI per i giovani lavoratori qualificati.

    Il congedo di paternità è tempo di lavoro, non vacanza

    Proprio come gravidanza e parto non sono una passeggiata, nemmeno il congedo di paternità è una vacanza aggiuntiva, ma un periodo intenso in famiglia che la scopo di distribuire più equamente il carico di lavoro.

    Il congedo di paternità è una soluzione finanziabile

    Due settimane di congedo di paternità costano in busta paga non più di mezza tazzina di caffè al mese. Il congedo di paternità è un grande passo per i padri a un prezzo ragionevole.

    Il congedo di paternità gode di ampio consenso

    Il congedo di paternità di due settimane è un compromesso politico adottato dal Parlamento a stragrande maggioranza. Il Consiglio federale, il Parlamento e i partiti sono favorevoli; in altre parole, tutti tranne pochi irriducibili.

    A livello di politiche familiari la Svizzera è un Paese in via di sviluppo

    Rispetto all’Europa, nella questione del congedo di paternità la Svizzera è ferma all’età della pietra. Questo non solo è imbarazzante, ma anche dannoso per l’economia. In tutto il mondo i cervelli migliori lavorano per aziende che offrono prestazioni per le famiglie generose e progressiste che anche in Svizzera dovrebbero essere una colonna portante dell’economia.

    Il congedo di paternità facilita il rientro al lavoro delle donne

    L’economia perde molte donne con una buona formazione. Spesso il terreno per rientrare al lavoro si prepara già i primi giorni dopo il parto. Se una donna si sente sostenuta, svilupperà abbastanza fiducia per delineare un rientro al lavoro. Il congedo di paternità è uno strumento fondamentale in tal senso.

    Il congedo di paternità è un piccolo passo verso l’effettiva parità

    Secondo la Costituzione, madri e padri hanno ugual valore e uguali diritti. Il congedo di paternità è un primo passo verso un’equa suddivisione del lavoro retribuito e di quello (di accudimento) non retribuito.

    Oggi i padri devono essere presenti quando mamma e bebè rientrano dall’ospedale

    Negli ultimi anni il periodo di degenza in maternità si è notevolmente ridotto. Per potersi riprendere dal parto le madri necessitano di supporto. E i padri – chi altro? – dovrebbero poterlo fornire.

    Il congedo di paternità giova al neonato

    Il congedo di paternità rafforza le famiglie, la società e l’economia. Si tratta quindi di un ottimo investimento nel futuro. Un investimento nelle generazioni successive che va innanzitutto a beneficio dei neonati.

    Il congedo di paternità è un diritto per tutti (!) i lavoratori

    Tutti i padri in Svizzera dovrebbero avere un congedo di paternità. Oggi alla nascita di un figlio soprattutto i dipendenti privi di contratto collettivo di lavoro o con condizioni di lavoro meno buone non beneficiano di nessun congedo di paternità, ma hanno diritto a un solo giorno libero – che trascorrono generalmente in sala parto.

  • Scarica l'argomentazione in formato pdf